A vederla sul piatto fumante e appena uscita dal forno, la pizza sembra una delle cose più semplici da fare e soprattutto da mangiare. Tonda, sottile o più spessa, croccante e farcita con semplici materie prime combinate fra loro, per dar vita a quello che è indubbiamente il cibo più amato e conosciuto al mondo. Ma farla non è così semplice come si potrebbe pensare. Per realizzarla a dovere sono necessarie conoscenze approfondite delle materie prime e delle tecniche di lavorazione, tanta pratica e manualità, ma soprattutto tanta passione per un mestiere che può essere anche molto faticoso.

Professione pizzaiolo

Tutti almeno una volta nella vita abbiamo provato a fare la pizza in casa, magari anche con ottimi risultati, ma essere un pizzaiolo professionista è molto diverso e richiede una formazione ben precisa. C’è chi nasce con questa vocazione, ma anche chi pizzaiolo ci diventa grazie a corsi mirati che formano, o sfornano, pizzaioli competenti sotto molti punti di vista.

I programmi di queste scuole prestano infatti moltissima attenzione, oltre all’impasto, anche allo studio delle materie prime, perché anche se la pizza può sembrare universale, in realtà la sua ricetta e le dosi per realizzarla cambiano di paese in paese: sia per il clima ed il livello di umidità che incidono sulla lievitazione, sia per le tradizioni e i condimenti. Iscriversi ad un corso professionale è quindi il primo passo per intraprendere questo mestiere ricco di passione e manualità. Qui si potranno apprendere le caratteristiche dei diversi tipi di cereali; le farine, le loro caratteristiche e quali usare in base al prodotto da realizzare; i lieviti e la lievitazione; la preparazione e la stesura dell’impasto fino alla farcitura e la cottura in base ai diversi forni a disposizione. Ma la formazione non finisce qui, perché è possibile anche specializzarsi nelle varie tipologie di pizza esistenti: tonda, alla pala, la pizza napoletana oppure quella a taglio, acrobatica o senza glutine; oppure concentrarsi sulla lievitazione e quindi sul lievito madre per produrre impasti ad hoc per pizza e pane. Al sapere inoltre va aggiunta tanta pratica, fondamentale per apprendere questo mestiere e per prepararsi ai frenetici ritmi che solitamente si affrontano nelle ore di lavoro.

Come scegliere il corso giusto

Il consiglio principale, quando si sceglie il corso per diventare pizzaioli professionisti, è quello ovviamente di controllare il programma didattico e le ore dedicate sia alla teoria che alla pratica, entrambe parti fondamentali di una buona formazione. Il programma, almeno del corso base, dovrà includere i principali argomenti propedeutici alla realizzazione della pizza in tutte le sue fasi e dedicare particolare attenzione alla lievitazione e alle diverse farine con le loro caratteristiche. Nulla può essere tralasciato quando parliamo di pizza, perché è una di quelle poche cose in cui basta un piccolo errore per modificarne totalmente il risultato.

Qui da Accademia Professional, abbiamo un’esperienza pluridecennale in questo settore, unita ad una grande passione per questo mestiere e per la pizza e il grande desiderio di insegnare questa vera e propria arte a chiunque lo desideri. Potrete trovare corsi sviluppati sia sul lato teorico che pratico per diventare dei veri e propri pizzaioli, e scegliere tra corsi che vanno da quello base a quelli di specializzazione. Dopo la nostra prima sede a Sassari, abbiamo aperto le nostre scuole in molte altre province della Sardegna, potrete frequentare i nostri corsi anche a Cagliari, Oristano, Nuovo, Olbia ma anche a Roma, Napoli, Calabria e Sicilia. Visitate il nostro sito o non esitate a contattarci per qualunque informazione al numero 3515430544 o all’indirizzo email info@accademiaprofessional.it